Quando si parla di scelta del reggiseno adatto, significa innanzitutto indagare un mondo di forme e volumi differenti e analizzare tutte le tipologie di silhouette esistenti per scegliere il miglior indumento intimo e ottenere l’estetica desiderata.

Per noi donne è molto importante scegliere il reggiseno adatto, sia per una questione di pura estetica derivata dal desiderio di apparire belle, ma soprattutto sentirsi belle, sia per una questione molto più interiore che riguarda la comodità e il sentirsi a proprio agio con se stesse, nei propri panni.

Quante volte ti sarà capitato di indossare reggiseni troppo stretti o addirittura troppo larghi?

 

 

Non è mai bello dover passare la serata ad agguantare i propri seni che fuoriescono dal reggiseno per esempio, oppure avere la sensazione di indossare una camicia di forza.

Per risolvere dunque questi fastidiosi problemi che potrebbero creare imbarazzo e non solo, è molto importante analizzare la questione ma soprattutto le varie tipologie e il volume dei seni, in modo da poter scegliere il miglior reggiseno più adatto al proprio fisico.

Come è possibile classificare le varie tipologie di seno?

Anche se si differenziano fra taglie, volumi e tipologie differenti, i seni differiscono soprattutto per la forma estetica, ed è questo un fattore preponderante per la scelta del reggiseno adatto, che differisce completamente (per esempio) dal volume e soprattutto dalla taglia, molto soggettiva sempre, nonostante la costituzione fisica del seno.

È dunque la fisionomia della mammella a dettare i canoni essenziali sui quali si deve basare la scelta del tuo reggiseno, ma non limitarti a fare infinite ricerche nel web, perché esistono differenti teorie e valutazioni, potresti dunque rimanere intrappolata in centinaia di classificazioni di ogni possibile ed immaginabile tipo di seno esistente senza uscirne mai, perdendo di vista dunque il tuo obbiettivo: scegliere il reggiseno più adatto alla costituzione del tuo seno.

Bisogna dunque fare ordine, nei prossimi paragrafi infatti ti illustreremo una guida completa di 10 consigli su come scegliere il reggiseno più adatto alle tue forme senza sbagliare.

Il seno è lo specchio del proprio fisico

Tra le varie tipologie di seno messe in evidenza, le più conosciute e facilmente classificabili sono i seni a coppa di champagne, diventato un vero simbolo di un seno perfetto.

Ma esistono anche altre tipologie di seno molto famose, come per esempio il seno a goccia, il seno appiattito o volgarmente definito seno sceso, il seno tondo, il seno divergente o asimmetrico, ma questi sono solo alcuni.

Ma cosa ne pensano gli esperti del settore a riguardo?

I seni hanno una forma differente che varia da donna a donna, in quanto le mammelle sono una caratteristica peculiare della struttura fisica come l’altezza, la bocca, le guance, il colore degli occhi, ecc…

Ed è proprio da queste particolari differenze che è nato il desiderio, da parte dell’essere umano, di catalogare e classificare il seno rispetto alle sue varie figure.

Devi tenere ben presente però che non esistono catalogazioni o classificazioni scientifiche riguardanti l’estetica del seno, anzi, molto spesso queste vengono fatte semplicemente seguendo un risvolto goliardico per nulla attinente a studi specifici come quando si definisce un seno cadente.

Il chirurgo senologo Giorgio Baratelli spiega, per esempio, che si è tentato di mettere in relazione la forma dei seni con la personalità, con risultati per niente affatto provati attraverso un metodo scientifico.

La forma, le caratteristiche del seno possono dunque essere soltanto sinonimo del tipo di fisico che si ha, ma non simboleggiare la personalità, questi aspetti sono del tutto differenti e uno non implica assolutamente l’altro.

I vari tipi di seno e il reggiseno ideale

Il discorso è dunque molto complesso, ma lo scopo di questo articolo non è semplicemente quello di classificare o ordinare le varie forme estetiche dei seni, ma fornire 10 consigli utili su come individuare e dunque acquistare in tutta serenità e consapevolezza, il reggiseno ideale adatto perfettamente alla propria forma estetica dei seni, evitando spiacevoli conseguenze che possono scaturire da un reggiseno scelto male, con poca attenzione e che potrebbero metterti in imbarazzo o rovinare un’occasione speciale.

Un reggiseno poco adatto alle tue forme potrebbe avere le spalline troppo morbide e molli, tirare sui lati, avere una delle coppe più vuota dell’altra, lasciare segni sulla pelle, potrebbe inoltre far “strabordare” i seni e creare un effetto per niente naturale oppure potrebbero darti fastidio i ferretti.

Esistono addirittura donne e ragazze che ritengono di non avere un tipo di reggiseno che si adatti perfettamente alle loro forme e pensano dunque che non esista il modello adeguato al proprio fisico, questo non è del tutto corretto, perché con un po’ di studio, analisi e valutazione dei canoni estetici, è possibile ottenere le conoscenze opportune per scegliere un reggiseno che si appropri al meglio alle proprie misure e che metta in risalto i punti di forza del proprio seno.

Se Thirdlove (l’app specializzata per aiutare a scegliere la taglia di reggiseno) ha individuato 7 tipologie di seni differenti, catalogandoli per aiutare le donne nella scelta della lingerie, noi andremo oltre e ti daremo 10 consigli per scegliere il reggiseno giusto e non sbagliare.

Da oggi, scegliere il reggiseno più adatto alle tue forme sarà semplice e divertente, non solo, diventerà soprattutto oggetto di studio nei discorsi con le amiche, magari gustando un aperitivo in relax.

È molto importante valutare bene dunque le caratteristiche del proprio seno, per scegliere il reggiseno ideale da indossare senza mai dimenticare però che la forma e il volume dei seni, sono lo specchio del proprio fisico.

 

Ecco 10 consigli per scegliere il reggiseno giusto e non sbagliare.

 

Il seno a Campana: come valutare la scelta del reggiseno?

Tra le varie tipologie, il seno a campana è sicuramente una delle forme più facili da vestire, in quanto corrisponde molto spesso a una conformazione fisica che si adatta bene alle taglie più abbondanti.

L’estetica del seno a campana è caratterizzata da una forma alla base leggermente più stretta rispetto a tutto il resto della mammella, questa caratteristica dona l’impressione e la sensazione di vedere una campana: più esile nella parte superiore ma che si allarga mano mano che scende nella parte bassa.

Anche se non è sempre facile individuare e capire le forme del seno dei personaggi famosi, si può facilmente intuire che forma abbia, tanto per fare un esempio sicuro e rendere più chiaro il concetto, i seni di Gigi Hadid non lasciano dubbi in proposito: i suoi seni sono a campana.

Che tipo di reggiseno dunque sceglierà Gigi Hadid? Bhè questo è difficile saperlo, ma la cosa che interessa il nostro percorso è tutt’altra, ossia: qual è il reggiseno che più si adatta a questo tipo di forma? Il reggiseno ideale per questo tipo di seno deve essere molto abbondante, quindi una coppa grande e deve soprattutto adattarsi e dare il sostegno giusto alla mammella.

Se hai questo tipo di seno, ti consigliamo di evitare i reggiseni a balconcino, perché potrebbero crearti problemi di estetica in quanto i tuoi seni potrebbero strabordare o creare delle linee di pelle innaturali.

I reggiseni di qualità sono in grado di offrire il giusto sostegno dalla taglia D in poi, in quanto le spalline sono leggermente più larghe e più corte, in modo da garantire un eccellente sostegno evitando di provocare irritazioni alla pelle e fastidi, tagliando le spalle, per usare un eufemismo.

Tipologia di seno est/ovest: come vestirlo? Che tipo di reggiseno scegliere?

Questo tipo di seno è detto anche divergente e lo si può subito individuare in quanto le mammelle hanno poco volume e i capezzoli danno lo sguardo in due direzioni diverse, per la precisione si voltano verso direzioni opposte.

Questa categoria è classificabile scientificamente perché rientra nelle anatomie normali nonostante sia una forma particolare. Infatti i capezzoli sono direzionati verso l’esterno, danno dunque l’impressione che il volume della mammella graviti equidistante e fuori dal centro del petto.

Per scegliere il reggiseno ideale è molto importante che sia un reggiseno a fascia, in quanto riesce a riportare il volume verso l’interno tramite una leggera compressione laterale.

Tra i modelli ideali più indicati è possibile scegliere il push-up classico, ma il reggiseno a fascia orizzontale posizionata leggermente più alta, con coppe non eccessivamente scollate (T-Shirt Bra), fascerà in modo perfetto i seni, avvicinando le coppe in maniera leggera fra di loro, evitando spiacevoli fuoriuscite di parti della mammella.

Questo modello è indicato in quanto riesce ad evitare anche l’accumulo di pelle nelle zone laterali delle ascelle.

Nonostante ciò, avere questo tipo di seni può comunque essere un simbolo distintivo di sensualità ed erotismo, sono molte le stelle che hanno questo tipo di seno, come per esempio la top model Lily Donaldson, Kate Hudson, la cantante Ellie Goulding, l’attrice Eva Longoria e anche la regina delle passerelle degli anni 90 Naomi Campbell.

È proprio il caso di dire che a volte, questa leggera imperfezione può essere un particolare molto seducente e molto facile da individuare e risolvere esteticamente.

Quale reggiseno scegliere se possiedi un seno side set?

Thirdlove definisce la tipologia di seni distanti fra loro con il termine side set. Questa tipologia presenta seni più voluminosi di quelli analizzati in precedenza, leggermente diversi ma più abbondanti, caratterizzati non dalla forma e dalla direzione dei capezzoli, ma dalla distanza vera e propria fra l’uno e l’altro seno.

È facile constatare come i capezzoli guardino meno ai lati ma l’assetto più voluminoso dei seni lasci abbastanza spazio tra le basi delle mammelle.

Avere i seni distanti può essere comunque simbolo di bellezza, infatti sono molte le attrici, modelle e stelle di Hollywood che hanno questa tipologia di seno, fra le più belle vi sono Charlize Teron, Cecilia Rodriguez ed Emily Ratajkowski, solo per citarne alcune.

In questo caso, il reggiseno ideale da scegliere è quello a balconcino e tutti i modelli fabbricati con un tipo di stoffa ben strutturata sotto alle coppe, ad esempio bralette e corpetti.

Scegliendo i migliori fra questi modelli, avrai il giusto sostegno assicurato e i due seni verranno compressi, riuscendo ad avvicinarsi senza avere spiacevoli effetti estetici innaturali: come abbondanza di pelle sotto le ascelle e rotolini.

Quale reggiseno scegliere se hai un tipo di seno snello?

Quando si parla di seno snello bisogna tener presente che la forma è totalmente opposta a quella del seno a campana.

Questo tipo di seno, presenta una mammella che alla base è larga ma non corrisponde di solito a un seno grande, dunque la forma che assume ricorda un triangolo il cui vertice è puntato verso il basso.

Infatti in questo specifico caso è proprio nella zona bassa che il seno si restringe. Questa tipologia di seno è tipica delle ragazze magre, dal corpo esile, che non hanno forme abbondanti.

Per quanto riguarda il reggiseno ideale da utilizzare per questo tipo di seno, il push up in stile wonderbra calza a pennello rispetto ai modelli che prendono i seni ai lati e risultano troppo scollati.

Puoi scegliere tra un modello imbottito oppure no, in qualunque caso il risultato estetico sarà ottimale. Questo modello di reggiseno riesce a sostenere anche i seni più sottili, fai però molta attenzione alle taglie piccole, perché molto spesso le misure adatte non sono facili da individuare.

Soprattutto, è molto importante da tenere a mente quando si sceglie un reggiseno di questo tipo, la differenza della taglia riguardo la circonferenza del tuo busto, e soprattutto la relazione della taglia a coppa rispetto al volume dei tuoi seni: ricorda sempre il primo è un numero e il secondo una lettera.

Come vestire il seno atletico: quale reggiseno scegliere?

Quando si parla di seno atletico ci si riferisce a un seno di piccole dimensioni con una differenza essenziale rispetto alla tipologia trattata prima, ossia un seno atletico è sorretto per buona parte dai muscoli.

La mammella non presenta dunque la forma del triangolo rovesciato presa prima come esempio, e lascia spazio ad un petto molto più piatto che non appare in evidenza.

Questo accade perché i muscoli tendono a rendere leggermente più largo il busto, in mancanza di forme abbondanti dunque, il seno risulta già sostenuto in maniera naturale dalla struttura muscolare che funge da impalcatura, rendendo la mammella maggiormente distribuita sul petto.

Se hai difficoltà ad inquadrare questa tipologia di seno basta dare un’occhiata al petto delle atlete, un esempio calzante è quello della splendida nuotatrice italiana Federica Pellegrini.

In questi casi il reggiseno ideale è il modello per gli allenamenti. I reggiseni sportivi infatti sono i migliori in assoluto per questo tipo di forma, invece per chi desidera un effetto sexy, più sensuale, adatto alle serate di gran gala, il push-up è il modello di reggiseno a cui devi puntare, facendo ben attenzione che le coppe siano giustamente proporzionate al tuo seno.

Ricorda quindi di fare attenzione alla taglia, molto probabilmente il tuo numero di misura sarà più alto rispetto alla lettera, più bassa delle taglie standard.

Seno a goccia: quale reggiseno scegliere?

Il seno a goccia, identificato da Thirdlove con il nome di Tear Drop, è molto simile al tipo di seno a campana e presenta una forma abbondante ben distribuita.

È la tipologia di seno sicuramente più bella ed esteticamente armoniosa e presenta una base molto ben proporzionata al volume e dunque taglia del seno, rispetto alle tipologie analizzate in precedenza.

Guardandolo di profilo può risultare nella maggior parte dei casi più pieno nella zona inferiore rispetto a quella superiore, non c’è modo di descriverlo meglio con il termine Tear Drop in quanto assume la forma classica leggermente a punta e ricorda una goccia, o una lacrima.

Se vuoi vedere un esempio pratico di seno a goccia basta cercare qualche foto di Beyoncé o Kim Kardashian, questa tipologia di seno appartiene alle donne più belle del mondo.

Per quanto riguarda la scelta del reggiseno ideale, i modelli migliori sono i reggiseni a T-Shirt quando il seno non è eccessivamente abbondante e se desideri mantenere un effetto più naturale.

Se invece hai un seno particolarmente abbondante, il classico push-up con spalline più larghe e leggermente più corte è la soluzione che renderà il tuo outfit unico e sensuale, per sfoggiare una delle migliori forme di seno possibili.

Se è un luogo comune la credenza che un seno che rientri nella coppa di champagne rappresenti la forma perfetta, il seno a goccia sta ormai surclassando questa credenza e diventando man mano sinonimo di seno perfetto, basta dare un’occhiata alle più belle donne che hanno questo tipo di seno come la taglia quarta di Heidi Klum, o ai seni prorompenti di Ashley James, oltre alle sopra citate Kardashian (scollatura mozzafiato) e Beyoncé (scollatura antigravità).

Quale reggiseno scegliere per un seno tondo?

Per quanto riguarda i seni dalla forma tonda sono quella tipologia la cui base, è quasi perfettamente circolare, inoltre risulta essere proporzionata in maniera impeccabile alla dimensione della coppa, che risulterà piena sia nella zona inferiore che nella zona superiore.

Il seno tondo è una tipologia che rappresenta volumi equilibrati nella zona intorno ai capezzoli, per un seno pieno e sostanzioso dalla perfetta forma sferica.

Ne sono un esempio Salma Hayek, due dei seni più attraenti del mondo, Jennifer Lopez, una bellezza che non ha confini, oppure la quarta taglia naturale della meravigliosa Kirsten Dunst.

Questa tipologia di seno proprio per la sua perfezione estetica, raramente è un dono naturale, ma se questo avviene e Madre Natura compie il miracolo, questa tipologia di seno presenta il vantaggio di non avere bisogno di reggiseni particolarmente strutturati oppure imbottiti.

Insomma, questa tipologia è molto rara benché rappresenti un chiaro simbolo di estetica impeccabile e armoniosa. Chiedilo a Rita Ora e a Poppy Delevingne… Il reggiseno ideale per vestire un seno tondo è la tipologia a coppa avvolgente oppure i modelli definiti a T – Shirt.

Data la forma quasi sempre perfetta e la consistenza soda, molto spesso si può optare per non indossare alcun reggiseno, a patto però che tu abbia massimo una seconda misura ben strutturata.

Come vestire un tipo di seno ptosico/rilassato: quale reggiseno scegliere?

La tipologia di seno rilassato è definito ptosico o volgarmente: sceso. Questa tipologia presenta una mammella appiattita a prescindere dall’età, con la base che di solito è molto larga.

Questo tipo di forma comprende le mammelle ptosiche ossia risultate dai processi di svuotamento dovuti a differenti cause: perdita di peso della mammella, gravidanza e allattamento, oppure all’età avanzata.

Di questa categoria fanno parte anche i seni che presentano un volume che si concentra particolarmente verso il basso, poco sopra la zona del capezzolo o che scende più ampio nella zona inferiore, più larga e ampia dell’attaccatura.

I seni ptosici sono meno visibili nelle misure più ridotte, come la splendida Zoe Kraviz. Sicuramente sono molto più evidenti e antiestetiche sulle taglie più abbondanti come si può notare dai seni di Jaime King oppure di Bryce Dallas Howard.

Il miglior modo per vestire con stile una tipologia di seno ptosico è indossare un reggiseno push up, in modo da riportare il volume verso l’alto e ottenere più sostegno, ottenendo un’azione lifting nella zona bassa.

Facendo un po’ di attenzione nella scelta del reggiseno potrai sicuramente migliorare la tua linea ed essere sensuale per un incontro o un’occasione speciale.

Come vestire un seno asimmetrico: quale tipo di reggiseno scegliere?

Per quanto riguarda la tipologia di seno definito asimmetrico, esso non è una vera e propria categoria riguardante la forma del seno, ma più che altro riguarda una particolare caratteristica e condizione che può, in definitiva, anche aggiungersi insieme alle altre forme descritte in precedenza.

Prima di proseguire bisogna dunque fare una premessa, i due seni non sono mai perfettamente simmetrici, ma sempre differenti, seppur in maniera lieve, nella grandezza o nella forma.

Questo può riguardare dimensioni irrilevanti oppure essere esteticamente ponderante, in tal caso è molto importante scegliere il reggiseno più adatto ad abbellire le forme e renderle più armoniose.

I seni asimmetrici sono caratterizzati in generale da una mammella leggermente più piccola dell’altra.

Quando invece la differenza diventa rilevante e arriva a superare 1 taglia, 1 taglia e mezzo, allora devi provvedere a procurarti un reggiseno su misura.

Per vestire un seno asimmetrico, i modelli di reggiseno ideali sono quelli della forma corrispondente alle altre tipologie già descritte, ad esempio se il tuo seno asimmetrico è anche snello, opterai per il push up.

Un consiglio molto efficace che possiamo darti, è quello di scegliere un reggiseno con l’imbottitura estraibile, chiamato anche pesciolino estraibile. In questo modo potrai tenere una sola imbottitura e compensare la differenza.

Altre tipologie di seno: come scegliere il reggiseno?

Per quanto riguarda le tipologie di seno secondo la forma e il volume, in generale possono essere divise in due grandi tronchi. Un seno ad anatomia normale è quella tipologia di seno che va dalla classica coppa di champagne fino alle taglie più abbondanti.

La forma è simmetrica e regolare e per questo è molto facile scegliere un reggiseno che vesta bene e che renda l’estetica armoniosa ed impeccabile. In questo caso dovrai dunque solo fare attenzione alla forma e alla tipologia di seno che hai, riferendoti a quelle che abbiamo analizzato e dunque scegliere il reggiseno più adatto alla tua taglia.

Per quanto riguarda invece, un seno ad anatomia anormale, questa tipologia comprende l’anisomastia, ossia seni asimmetrici che presentano diversi volumi.

Una delle tipologie di seno molto difficili da vestire, è sicuramente il seno definito tuberoso, ossia quando la mammella ha una forma allungata (tubulare).

Nei casi in cui il tuo seno risulti non corrispondere soltanto a una delle tipologie descritte ed analizzate, ma presenti più tipologie descrittive insieme, il consiglio è quello di studiare bene la forma e cercare il reggiseno che più si adatti alla tua, regolandoti di conseguenza e cercando di ottenere un seno più naturale possibile.

Seguendo con attenzione i nostri consigli, e studiando la forma che i tuoi seni hanno, potrai facilmente risolvere i tuoi problemi antestetici ed essere sempre bella, mettendo in risalto le tue forme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INVIA
close-link

Desideri anche tu diventare DIGIRLS?
Compila i campi e Unisciti alla Community!

Si, voglio diventare DIGIRL
close-link

Desideri anche tu diventare DIGIRLS?
Compila i campi e Unisciti alla Community!

Si, voglio diventare DIGIRL
close-link

Desideri Candidarti Come Indossatrice Divas Inside?
Compila i campi e invia la tua candidatura!

INVIA CANDIDATURA
close-link

Desideri Candidarti Per Il Casting Fotografico con DivasInside?
Compila i campi e invia la tua candidatura!

SI, INVIA LA RICHIESTA !!!
close-link

Desideri Candidarti Per Il Casting Fotografico?
Compila i campi e invia la tua candidatura!

*Campi Obbligatori

SI, INVIA LA RICHIESTA !!!
close-link